Missione: una ventata di gioia e di amore

di - del 15 Marzo 2016 © diritti riservati

Missione popolaredi Teresa Criscuolo 

Dal 6 al 21 febbraio abbiamo vissuto una meravigliosa Missione Popolare ad
Amalfi, alla riscoperta della Parola, con cinque Padri Redentoristi e due Suore
Gerardine.

E’ stata molto intensa e si avvertiva forte la presenza di Gesù tra noi.
Ho avuto la gioia di accompagnare un Missionario da tutte le famiglie della mia
zona, senza nessuna esclusione, per far sentire l’Amore e la Misericordia del
Padre.
Non sono mancate le Confessioni e l’Eucaristia a chi non ha la possibilità di
uscire, ma costretto , per età o per malattia, a restare in casa.
Tanti li abbiamo trovati in preghiera con la Corona in mano o la radio accesa in
sottofondo che recitava il Rosario, vivendo la propria malattia senza lamentarsi
e non perdendo la fiducia in Dio, certi della Sua presenza anche nel dolore.

Tra il sali e scendi di scale, alle quali soprattutto i Missionari non erano abituati,
la stanchezza dava spazio all’Amore, da donare in particolare a chi non ha la
possibilità di uscire. E’ stato un vivere per l’altro, annullare ogni tuo pensiero, gioia o
preoccupazione, per calarti nella realtà di chi ti apriva la porta in quel
momento.
L’accoglienza e l’affetto trovati in ogni famiglia è indescrivibile; e anche la
collaborazione con tutti coloro che erano direttamente impegnati è stata
speciale. C’era un venirsi incontro reciproco, un’armonia tra di noi, da farci
organizzare ogni momento nella semplicità, puntando solo alla riuscita di ciò
che ci era affidato. E’ stata una vera grazia!

Si sono intensificati i rapporti con persone con le quali ci si scambiava solo
semplici saluti, ma ora non mancano abbracci caldi e parole affettuose
sentendoci davvero parte di un’unica famiglia: la nostra Comunità.
I Centri della Parola hanno suscitato il desiderio di conoscere di più Dio, che
non è un giudice pronto a punirci, ma un Padre buono e Misericordioso, sempre
disposto ad accoglierci e non aspetta altro che noi apriamo il cuore al Suo
Amore, lasciandoci consolare dalla Sua tenerezza.
I Missionari e le Suore hanno portato una ventata di gioia e di amore anche tra
i giovani, che hanno trovato disponibili e aperti all’ascolto e desiderosi di
testimonianze vere e concrete.

Dopo la loro partenza, come la maggior parte di coloro che hanno vissuto
questa Missione, ho avvertito il vuoto totale, ma la consapevolezza che quando
ti fai strumento nelle Sue mani, riesci a superare i tuoi limiti e vedi il disegno di
Dio che si realizza davanti a te e anche attraverso te. Ma allo stesso tempo
senza di Lui siamo nulla.
Ma ora si riparte certi che tutto passa, ma una sola cosa resta: è l’Amore
donato e ricevuto in questi splendidi giorni.
L’impegno ora è far sì che non sia solo un’oasi nel deserto, ma una piccola
fonte a cui attingere ogni volta che ce n’è bisogno per mantenere sempre viva
e presente la Missione.
Proprio come ha detto Padre Gennaro prima di salutarci:“Ci sarebbe tanto da
dire su questi giorni trascorsi insieme, ma in certi casi non si troverebbero le
parole adatte, va tutto conservato nel proprio cuore, come in uno scrigno
prezioso da aprire quando tutto intorno a noi ci sembra crollare e ritrovare in
quel ricordo la forza e la speranza di andare sempre avanti.”
Insieme e con l’aiuto di Dio è possibile!
Non mi resta che ringraziare con tutto il cuore Don Michele per avermi dato la
possibilità di collaborare direttamente a questa Missione.
Le difficoltà non sono certo mancate, soprattutto nell’organizzazione familiare e
nel lavoro, ma quando ti fidi di Dio e con qualche piccolo sacrificio, ogni cosa
va al suo posto e alla fine davvero posso affermare di aver ricevuto il
centuplo… nell’accoglienza, nell’affetto e nell’amicizia di tanti. Ciò ha permesso
di farmi sentire pienamente parte di questa Comunità. E per questo ringrazio
davvero tutti!
Auguro a ciascuno di poter fare un’esperienza del genere, perché solo se si
scende in campo, si ha la possibilità di giocare la partita e riuscire a cambiare
anche qualche risultato.
Grazie anche a Padre Filippo, Padre Gennaro, Padre Mario, Padre Francesco,
Padre Rosario, Suor Andreina e Suor Rossella. Vi aspettiamo sempre con gioia
qui ad Amalfi!

Letto 4013 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info don Michele Fusco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *