Comunità Gesù Risorto

comunità Gesù risorto carismaticiIl 3 maggio 2010 rappresenta sicuramente una data memorabile per la Comunità Gesù Risorto: il segno di una tappa fondamentale per la nostra storia comunitaria, perché è il giorno in cui riceve, da parte del Pontificio Consiglio per i Laici, il Decreto di Riconoscimento della Comunità stessa, con l’approvazione del proprio Statuto internazionale, atto che ne disciplina norme, competenze e attività.

Nella nostra Diocesi siamo partiti nel 1977 da Amalfi tra alterne vicende ed ora siamo presenti in 11 parrocchie contando più di 150 persone e nella Diocesi di Sorrento – Castellammare a Sant’Agnello.

La Comunità, nella nostra Diocesi ha portato frutto anche all’interno della Chiesa con la presenza di parecchi operatori pastorali, quali ministri straordinari, catechisti, animatori di centro di ascolto, cantori , un diacono e recentemente due vocazioni al sacerdozio e una alla vita consacrata.

Il Rinnovamento Carismatico Cattolico si inserisce nella tradizione apostolica romana , quindi in unione con la Chiesa, stretti dalla stessa fede e dagli stessi fini, anche se naturalmente con diversi ministeri e carismi; esso lancia agli uomini l’ invito a convertirsi e a liberarsi dall’ateismo che ci rende prigionieri di noi stessi nella mente e nel cuore.

Ha avuto origini nel 1967 negli Stati Uniti d’ America, quando alcuni studenti e professori vissero uno straordinario rinnovamento spirituale, accompagnato dalla manifestazione di quei carismi che S. Paolo elenca nella sua prima lettera ai fratelli di Corinto.

Ma qual è l’ essenza di questo rinnovamento?
La stessa parola indica la riscoperta di un patrimonio che è della Chiesa , del popolo di Dio, attribuitogli dal Padre nella sua immensa bontà: questo patrimonio vitale per la Chiesa sono proprio i carismi, doni, grazie, che per mezzo del Battesimo ci sono dati tramite lo Spirito Santo al servizio dell’ edificazione del Corpo di Cristo, che è la Chiesa.

Rinnovamento sta proprio ad indicare che questi carismi non sono più delle realtà lontane nel tempo, verificatesi solo in un determinato momento della vita della Chiesa; si presuppone invece che ogni cristiano sia dotato di uno o più carismi che gli sono dati, come si è detto, dal momento del Battesimo , col quale siamo diventati membra vive del corpo di Cristo.

Parlando del Rinnovamento Carismatico, si fa spesso menzione di una nuova Pentecoste e in effetti i cristiani oltre all’esperienza dello Spirito Santo, sperimentano anche i carismi che nel corso dei secoli sono caduti in disuso , tranne che per alcune personalità fortemente carismatiche come S.Francesco , ed ora invece sono stati riscoperti da tutti i figli di Dio che intendono vivere di tutti i doni che il Signore ha voluto dar loro.
Da qui la funzione del Rinnovamento Carismatico : esso intende richiamare l’ attenzione sull’intera gamma dei doni dello Spirito , nessuno escluso, ad aprire la Chiesa locale alla possibilità di una manifestazione di questi doni tra i loro fedeli ; questi doni fanno parte della vita normale della chiesa locale e non devono essere considerati eccezionali o straordinari.

In effetti il Rinnovamento ricerca la priorità evangelica nel dare maggiore importanza alla lode , al ringraziamento, all’adorazione e all’amore di Dio, tuttavia però vogliamo ricordare a tutti che questo amore non è completo se non si estende a tutti i fratelli, specie ai poveri. <<Desideriamo inoltre che coloro che aderiscono al Rinnovamento Carismatico sappiano che noi facciamo nostra l’ opinione del famoso teologo Yves Congar:
Il Rinnovamento Carismatico è una grazia per la Chiesa.” E’ questo il commento finale del documento dei vescovi americani sul Rinnovamento Carismatico Cattolico. La Comunità Gesù Risorto, sorta a Roma nel giugno 1987 ,già estesa in 12 nazioni nel mondo, si dedica particolarmente alla parrocchia e alla famiglia.