Rembrandt e la Negazione di Pietro: “uno dei grandi profeti della civiltà”

di - del 22 Luglio 2015 © diritti riservati

 

Attraverso le immagini…“, percorso di Storia dell’Arte nella simbologia di capolavori, testimonianza di Fede.

L’opera raffigura un passo tratto dal Vangelo secondo Matteo (Mt 26,69-75) – Una giovane serva gli si avvicinò e disse: «Anche tu eri con Gesù, il Galileo!». Ma egli negò davanti a tutti dicendo: «Non capisco che cosa dici».

La luce, punto centrale del dipinto e proveniente da una fonte sconosciuta, illumina i volti di Pietro e della donna alla sua destra, accentuandone le espressioni e si riflette sulle armi dei soldati in primo piano.
Sullo sfondo, si intravedono delle persone che spuntano dal buio solo con pochi tratti del volto: una di esse è Gesù, che sembra rimproverare il discepolo per le parole appena pronunciate.

Il dipinto a olio su tela, delle dimensioni di 154 x 169 cm, è stato realizzato nel 1660 dal pittore olandese, Rembrandt Harmenszoon Van Rijn, ed è conservato al Museo Statale di Amsterdam. I più grandi trionfi creativi di Rembrandt sono evidenti specialmente nelle illustrazioni di scene tratte dalla Bibbia. L’uso del chiaroscuro, delle luci e delle ombre, sono di derivazione caravaggesca.

 

 

Letto 30337 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 4,00 su 5)
Loading...
Avatar

Info Francesco Dipino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *