L’aceto … uso alternativo!

di - del 12 Ottobre 2015 © diritti riservati

bottiglia di acetoSfatiamo un mito … l’aceto non serve solo a condire l’insalata!
Ai famosi olio d’oliva, sale, miele si aggiunge questo condimento come rimedio naturale di bellezza e a basso costo.
Il più vantaggioso è l’aceto di vino ma se non riuscite proprio a tollerare il suo odore acidulo non temete: un validissimo sostituto può essere l’aceto di mele.

L’aceto è infatti un perfetto alleato del nostro corpo, della nostra bellezza e della nostra salute.
Può essere utilizzato per gli impacchi per i capelli grassi, per la tonicità della vostra pelle e addirittura per la cellulite.

Se desiderate un ottimo tonico naturale utilizzate: 2 cucchiai di aceto uniti ad 1 tazza di camomilla da utilizzare dopo un’accurata detersione del viso.
Dopo avervi immerso un batuffolo di cotone, tamponate il viso; nel caso voleste invece nutrire la pelle del vostro viso preparate una miscela con acqua, olio d’oliva e aceto: applicatela facendo dei movimenti circolari al fine di distribuire la soluzione su tutta la superficie.

La medesima soluzione che vi abbiamo consigliato per il tonico del viso vi potrà servire per il resto del corpo: immergete un asciugamano di cotone nella miscela e strofinatelo delicatamente su tutto il corpo.
Il risultato sarà una morbidezza e una delicatezza invidiabili!

L’aceto si dimostra efficace anche contro la terribile cellulite: esso infatti aiuta la stimolazione della circolazione.
Praticate un massaggio nelle zone interessate dalla pelle “a buccia d’arancia” con le mani bagnate di aceto; questo tipo di stimolazione farà diminuire anche il gonfiore delle gambe.

L’aceto può essere anche utilizzato per combattere il raffreddore.
Aggiungete 2-3 cucchiai di aceto in una pentola di acqua bollente. Dalla pentola verrà sprigionato del vapore, che se respirato a fondo per circa 10-15 minuti, vi darà una grande sensazione di sollievo oltre ad alleviare proprio i sintomi della malattia! Non solo, l’aceto veniva anche usato (il classico rimedio della nonna) per calmare il singhiozzo (o nausea). Nel modo più semplice di tutti, ovvero l’assunzione di un cucchiaino per via orale.

Letto 5037 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Caterina Camera

Info Caterina Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *