Atrani al via il restauro della Madonna con Bambino

di - del 19 marzo 2014 © diritti riservati
atrani madonna bambino

scultura lignea del XV sec. attribuita a Pietro Alemanno

Al via il restauro della scultura “Madonna con Bambino” conservata nella Chiesa di San Salvatore de’ Birecto ad Atrani (SA)
La scultura, molto amata dai cittadini di Atrani, potrà essere recuperata
grazie al contributo di 7.000 euro messo a disposizione da “I Luoghi del Cuore

Grazie al contributo messo a disposizione da “I Luoghi del Cuore” prende oggi avvio il restauro della scultura lignea quattrocentesca .

La Chiesa è stata votata nel 2012 da oltre 8.000 persone in occasione della sesta edizione del censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal  Fondo Ambiente Italiano.

Un eccezionale risultato che ha permesso alla Chiesa di San Salvatore de’ Birecto, uno dei luoghi simbolo della città, di accedere alle “Linee Guida per la definizione degli interventi a favore dei Luoghi segnalati al censimento 2012”, lanciate in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L’intervento è iniziato con il trasferimento della scultura presso il laboratorio di restauro Diana Spada di Cava de’ Tirreni, dove verranno avviate anche le indagini diagnostiche a cura del laboratorio Ars Mensurae di Stefano Ridolfi di Firenze, tese ad accertare le preesistenti forme e le antiche cromie.

La statua, infatti, risulta profondamente alterata nell’assetto cromatico primitivo per le sostanziali ridipinture e per la perdita cospicua di materia lignea causata dalla presenza di insetti xilofagi nella parte inferiore, e il suo recupero – che si inserisce in un più ampio progetto di valorizzazione della Chiesa, riaperta dopo il lungo restauro promosso dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino – consentirà di svelarne finalmente la cromia e il modellato originale dei volti.

Letto 812 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *