Un Vangelo sempre in tasca

di - del 18 marzo 2014 © diritti riservati

papa francesco romaGesù – ha ricordato il Papa all’Angelus, davanti a una piazza gremitissima di persone – non aveva una cattedra o un pulpito fissi, ma era un maestro itinerante, che proponeva i suoi insegnamenti, che erano gli insegnamenti che gli aveva dato il Padre lungo le strade, percorrendo tragitti non sempre prevedibili e a volte poco agevoli”.

Seguire Gesù per ascoltarlo – ha aggiunto iniziando una considerazione a braccio, e interloquendo con la piazza – ma anche ascoltiamo Gesù nella parola scritta, nel suo Vangelo: vi faccio una domanda: ‘ma voi leggete ogni giorno un passo del Vangelo?’ Eh, sì, no, a volte sì, a volte no”.

E’ cosa buona – ha suggerito – avere con noi un piccolo vangelo in tasca e leggerne un passo, un piccolo passo, in ogni momento della giornata, e lì è Gesù che parla. Non è necessario – ha detto il Papa sempre a braccio – che siano tutti e 4 i vangeli, basta anche uno”.

Letto 768 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...

Info Francesco Dipino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *