Il Costa d’Amalfi soffre ma vince

di - del 25 Settembre 2016 © diritti riservati

costa-damalfi-vs-buccinoI costieri conquistano la prima vittoria in campionato, con molta sofferenza, tanta, forse più di quello che ci si aspettava. Gara che non spettacolare,povera di gioco, anche per la posta in palio che era alta, con due squadre con disperato bisogno di punti.
Il Buccino è coriacea, che bada poco allo spettacolo e punta molto sulle giocate di Siano e Anastasio. I costieri hanno un gioco spumeggiante ma oggi erano troppo contratti e tesi Le lo dimostra il numero di ammoniti, davvero notevole.

Nella prima frazione la gara si è mostrata scialba e poco vivace, se non fosse per giocate sporadiche, davvero di poco rilievo le conclusioni verso la porta. Nel secondo tempo partono forte i costieri, grazie anche ad alcuni accorgimenti tattici di mister Contaldo, con Criscuoli e due volte Marino, che sfiorano il vantaggio.
Gli ospiti faticano a trovare le contromisure, ma i costieri non sembrano approfittarne. Sale in cattedra Lettieri, che con il centrocampo a due, è più libero di inserirsi e proprio da un suo inserimento, al 71º il centrocampista si procura un calcio di rigore, che Criscuoli trasforma con freddezza.
Pochi minuti dopo lo stesso Criscuoli viene espulso, per doppia ammonizione, la seconda per una simulazione davvero dubbia, in inferiorità la gara diventa tesa ma sale in cattedra Tasca, che è presente su ogni giocata e cerca le ripartenze. Il baby costiero, insieme a Lettieri, si dividono la palma di migliori in campo.

Il finale di gara è di pura sofferenza, ma il triplice fischio sancisce una vittoria che è davvero fondamentale, l’importante era portare punti ala classifica: missione compiuta.
La ripresa degli allenamenti vedrà i costieri in preparazione per la difficile trasferta di Angri.

CAMPIONATO DI PROMOZIONE 3ª giornata

COSTA D’AMALFI – BUCCINO 1-0
71º Criscuoli (rig)

Letto 6912 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *