Il Circolo Antonio Offredi di Amalfi

di - del 10 aprile 2014 © diritti riservati

circolo Offredi AmalfiIl Circolo Canottieri “Antonio Offredi”, originariamente istituito per formare i nuovi canottieri per l’equipaggio della Regata Storica delle quattro Repubbliche Marinare, vide negli anni la nascita di una compagine che si appassionò alla canoa polo, dando vita ad una squadra composta interamente da giovani amalfitani innamoratisi di questo per molti inusuale sport.

Ma la canoa polo è un gioco simile per alcuni aspetti alla pallanuoto, dove i giocatori (5 in campo e 3 in panchina) si muovono su canoe.
Lo scopo è fare più goal della squadra avversaria in un tempo reale di 20 minuti (due tempi da 10′, in cui il cronometro viene fermato ad ogni sospensione del gioco segnalata dall’arbitro), segnando in una porta di 1 metro per 1,5 metri, sospesa a due metri sul livello dell’acqua e protetta da un giocatore che usa la pagaia, sollevandola perpendicolarmente all’acqua, per parare i tiri.

I soliti problemi dettati dalle spese, a volte molto ingenti, per le trasferte e soprattutto per le attrezzature tecniche, non hanno scoraggiato negli anni questo gruppo che, anzi, si è ancora più legato per combattere le tante difficoltà. Oltre all’attività agonistica, negli anni non sono mancati i corsi per i bambini sia per farli divertire sia soprattutto per avvicinarli ad una realtà troppo spesso trascurata dal grande pubblico e per forgiare magari i campioni del futuro.

Il Circolo ha visto anni di successi, militando anche nella massima serie nazionale, nei campionati giovanili dedicati ad i ragazzi under 21 e 18, con la grandissima soddisfazione di aver avuto propri tesserati convocati nelle fila delle nazionali, sia giovanili che maggiori.

Per la stagione agonistica 2014 il Circolo Canottieri Offredi militerà nel campionato di serie B, che vedrà i ragazzi guidati da Mister Pasquale Florio scendere in acqua in impegnative trasferte in quel di Sessa Aurunca (CE) prima (esordio il prossimo il 27 aprile) e nel mese di giugno poi a Roma, nella cornice del laghetto del quartiere Eur.

In bocca a lupo ragazzi, la speranza è quella di festeggiare con voi nuovi e prestigiosi traguardi.

(di Carmine Cobalto)

Letto 2102 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *