Educazione, Sport e Lavoro

di - del 28 Giugno 2014 © diritti riservati

papa francescoSabato 7 giugno, cinquantamila persone in piazza San Pietro a Roma, c’ero anch’io, per festeggiare due compleanni: i 70 anni del C.S.I ed i cento anni del CONI.
Siamo partiti da Amalfi alle sei con un pullman organizzato da Rino Paolillo referente amalfitano del C.S.A.
Il pomeriggio, in piazza san Pietro, lungo ed assolato è partito tra canti ed “ole”.
Dopo le performances di alcuni gruppi sportivi sotto gli occhi di medaglie d’oro come Antonio Rossi canoista, Andrea Zorzi pallavolista e Vanessa Ferrari ginnastica artistica, è stata la volta della nazionale di calcio “amputati” presentati dal telecronista RAI dei mondiali dell’82 Bruno Pizzul.

All’ incontro erano presenti Emiliano Mondonico ed il grande “Trap” l’allenatore internazionale Giovanni Trapattoni che ha ricordato il suo esordio all’oratorio di Cusano Milanino suo paese natale.
Molto intensa e commovente la dichiarazione dell’atleta Giusy Versace che ha detto di aver incominciato a correre dopo aver perso le gambe in un brutto incidente.

Dopo i saluti di rito dei presidenti del C.S.I e del CONI, ha preso la parola Papa Francesco, cui sono stati offerti numerosi doni, stupendo tutti i presenti per un improvvisato duetto con i giocatori di free style del basket che hanno posto sulle mani del Papa un pallone piroettante.

Il Papa si è poi soffermato sulla importanza dei tre cardini base della formazione umana e civile: EDUCAZIONE- SPORT E LAVORO.
Tre pilastri che devono aiutare i giovani ad affrontare le sfide cui vengono continuamente sottoposti senza farsi attrarre dai falsi miraggi della droga e del ” lasciar correre”. Ha poi sottolineato l’opera delle parrocchie per aggregare i giovani.
Alla fine del discorso ha chiesto di pregare per Lui ed una ” Ave Maria” corale si è innalzata sotto il cielo azzurro di una Roma torrida

Il bagno di folla che si è concesso sulla “papamobile” ha fatto trepidare i cuori di tutti noi, in uno sventolio di bandiere e di mani levate per implorare la Sua benedizione.
Alla fine della giornata tutti a casa stanchi ma felici per aver partecipato a questo evento che, sono sicura, non dimenticheremo.

Letto 6087 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info Pina Torre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *