Ciao Nicola

di - del 14 marzo 2014 © diritti riservati

di Teresa Grimaldi

Ciao Nicola
Quando nell’ottobre del 2012 ti abbiamo salutato per ringraziarti di tutto quello che avevi fatto per la comunità cattolica di Amalfi , noi ti abbiamo augurato di gioire della tua famiglia e del tuo lavoro per mille anni ancora.fotografo Amalfi

E tu, di rimando , cosa hai fatto?

Te ne sei andato ! Hai ricevuto una chiamata perentoria alla quale non hai potuto dire di no e così hai fatto piangere tutto il paese e oltre.

Tu eri un punto di riferimento e ora siamo disorientati dal tuo addio.

Il dolore della tua famiglia è immenso ed io so, purtroppo, per esperienza, che non finirà mai, ma anche la sofferenza dei tuoi amici è grande e ci sentiamo defraudati del tuo affetto anche se siamo sicuri che ci vuoi bene anche dal Cielo.

Io sono vecchietta e ho tanti ricordi di te .

Andavi a studiare dalla mia madrina Clementina e quando lei si sposò, oltre al regalo di tua madre comprasti con i tuoi risparmi una gondola con il carillion e gliela portasti quasi trionfante . E poi, ti ricordo attaccato alle gonne di tua madre, sempre vicino a lei dal tuo primo giorno fino al suo ultimo, con affetto e devozione, perché i valori della famiglia li hai sempre coltivati sia nel tempo che nei luoghi e nelle occasioni belle e meno belle.

Tanta gente continuerà a volerti bene eri una bella persona, appassionato del tuo lavoro, artista non mestierante e anche quando scattavi una semplice foto per un documento eri orgoglioso e dicevi: “guarda qua che lavoro! Un capolavoro!”

E se non era buona : “Ne facciamo un’altra! Questa brutta foto non deve uscire dal mio studio”. E poi: “E tu aiutami fai una bella espressione!

Ora te ne sei andato e stai in buona compagnia , quante persone a te e a noi care hai ritrovato ma non dimenticherai chi è rimasto qui e soffre per te.

La cattedrale quel giorno faceva invidia alle più grandi festività .

Nessuno è voluto mancare al tuo addio, eravamo in tanti e continueremo in tanti a voler bene alla tua famiglia e conservare di te un ricordo affettuoso e pieno di luce. Insieme alla tua famiglia diciamo con fede come S. Agostino: “ Pur nel dolore di averti perduto ringraziamo il Signore per avere fatto dono di te a tutti noi.”

Ciao Nicola oggi Amalfi rinnova il tuo caro ricordo.

A Nicola

Tu vedevi la luce più chiara,

le espressioni più dolci,

non c’erano confini alla tua passione per la vita

e ne riprendevi attimi

che saranno eterni.

 
Tu, ragioniere, ragionavi

in termini di amore nell’approccio con gli altri,

non potevi farti intristire dai numeri,

ma , per fortuna hai scelto

di coltivare sentimenti preziosi,

che ora sono là, nel tuo studio ,

una miniera di ricordi

che non hai portato via,

 

E noi cercheremo con rispetto

in quel mondo di attimi speciali

e, ad ogni foto ritrovata

tornerà lucente quel momento felice

di incontro con te.

Letto 809 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...

Info Giovanni Fusco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *