Due o tre . . .

di - del 8 Settembre 2014 © diritti riservati

di Suor Maria D’amato

XXIII Domenica del Tempo Ordinario

Non basta stare insieme per definirsi gruppo…ci si può 

suore scala 5

incontrare per simpatia, condivisione di ideali e valori , convinzioni socio-politiche, hobby, desideri, finalità, ecc…Lo “stare insieme”, il “fare gruppo” per noi cristiani non significa scegliere alcuni di questi aspetti ma ritrovarli tutti nel “nome di Gesù”.

 I cristiani stanno insieme per simpatia (non sempre è possibile fra loro) , ma nel senso di “sentire insieme”, “sentire le stesse cose”, condividono l’ideale del Vangelo (che non ha nulla di ideale ma è reale), pensano che una società è più giusta se c’è condivisione e che sono stranieri su questa terra ma hanno cittadinanza nel cielo.

Il loro hobby è quello di sostenere il povero, confortare chi è solo, fasciare le piaghe dei corpi e dei cuori spezzati. Il loro desiderio è amare Dio e che ognuno si senta amato da Lui.

La loro finalità è imitare il Maestro ma mai da soli, sempre in due o tre almeno…perché è vero che la via del Vangelo è la via di Cristo, ma è anche vero che la vita del Vangelo passa attraverso la vita del fratello che abbiamo accanto.

Letto 3928 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *