Un convegno sulla Dieta Mediterranea ad Amalfi

di - del 17 febbraio 2017 © diritti riservati

AmalfiProclamata Patrimonio Culturale ed Immateriale dell’umanità dall’UNESCO nel novembre del 2010, la Dieta Mediterranea, riunisce le abitudini alimentari dei popoli del bacino Mediterraneo.
Non è solo alimentazione ma un vero e proprio stile di vita!
Il termine è stato introdotto negli anni ’50 dello scorso secolo dagli studi di Ancel Keys, biologo nutrizionista americano, che a quel tempo viveva a Salerno. Essa si basa sul consumo moderato di carne, latticini e uova, ed uno maggiore di fibre, pane e pasta integrali, verdure, legumi e cereali, frutta e frutta secca; è importante bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. L’ olio extravergine di oliva è la fonte principale di grassi (buoni). Prevede anche l’uso di erbe aromatiche per insaporire i piatti.
Gli studi di Keys e colleghi evidenziarono una frequenza bassa di malattie coronariche nelle popolazioni Greche e del sud Italia rispetto a quelle Americane. Seguire la Dieta Mediterranea, infatti, è la migliore prevenzione per diverse patologie quali quelle cardiovascolari, il diabete e l’ipertensione. È ottima per abbassare il colesterolo e combattere l’obesità.
Inoltre può essere definita come una dieta peso-forma poiché favorisce il raggiungimento del peso ottimale.
Parti integranti della Dieta Mediterranea sono l’esercizio fisico, la condivisione dei pasti e la scelta di alimenti di stagione (stagionalità); tutti favoriscono un maggiore apprezzamento del mangiare cibi sani!

Per queste e molte altre notizie sulla Dieta Mediterranea gli organizzatori vi aspettano Sabato 18 Febbraio a partire dalle ore 9.30 al Salone Morelli del Comune di Amalfi!

Letto 9032 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...

Info Giovanni Fusco