Sant’Andrea, l’Apostolato del Mare… da Amalfi ad Hong Kong

di - del 21 Marzo 2017 © diritti riservati

Diario di viaggio di un navigante amalfitano
del comandante Salvatore Barra

 

Msc Ditte 18 Marzo 2017 – In Navigazione da  Yantian (Cina)  a Tanjung Pelepas (Malesia)

Saint Andrew from Amalfi to Hong Kong

        Msc DitteCaptain Barra Salvatore, Amalfi’s citizen, knew from his parish priest that father Giorgio Pasini P.I.M.E., missionary in Hong Kong and parish priest of Saint Andrew parish, located in Tseung Kwan O in the district of Kowloon, had been in Italy, precisely in Amalfi where he was able to obtain a relic of Saint Andrew to lay down in the altar of the new church consecrate to the Saint. The church was inaugurated  the 19th November 2006,  with a solemn Eucharistic celebration presided by the bishop of Hong Kong Cardinal Zen Ze-Kiun and with a big participation of faithful.

       It happened that the ship where Captain Barra works makes regular call at Hong Kong, and through the help of Luca Ferrerio, the representative of the   A.O.S.(Stella Maris) in Hong Kong, he succeeded to organize a meeting between Father Pasini and Captain Barra on board the ship MSC MELISSA.

      During the meeting Father Pasini presented Captain Barra with a souvenir publication to remember the consecration of the new church. 

       The sealed casket with the relic is inside the altar consecrated by Cardinal Zen on 19 November 2006.  Amalfi’s parish priest has sent an other relic of  S. Andrew that is in a reliquary and it will be used for veneration by the faithful on the Saint’s holyday. 

 

Sant’Andrea da Amalfi a Hong Kong

 Il capitano Barra Salvatore, cittadino di Amalfi, seppe dal suo parroco  che il padre Giorgio Pasini PIME, missionario a Hong Kong e parroco della Parrocchia Sant’Andrea , che si trova in Tseung Kwan O nel quartiere di Kowloon, era stato in Italia, precisamente ad Amalfi dove egli è stato in grado di ottenere una reliquia di Sant’Andrea da deporre sotto l’altare della nuova chiesa consacrata al Santo. La chiesa è stata inaugurata il 19 novembre del 2006, con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Hong Kong cardinale Zen Ze-kiun e con una grande partecipazione di fedeli.

        E ‘successo che la nave dove lavora il capitano Barra che normalmente approda nel porto di  Hong Kong, e con l’aiuto di Luca Ferrerio, il rappresentante dell’Apostolato del Mare (Stella Maris) a Hong Kong, è riuscito ad organizzare un incontro tra il Padre Pasini e il capitano Barra  a bordo della nave MSC MELISSA.

       Durante l’incontro Padre Pasini ha donato al capitano Barra una pubblicazione  per ricordare la consacrazione della nuova chiesa.

        Il cofanetto sigillato con la reliquia è dentro l’altare consacrato dal cardinale Zen  19 novembre 2006. Il Parroco di Amalfi (Don Andrea Colavolpe nds)  ha inviato anche un’altra  reliquia di S. Andrea che è in una teca e che dovra’ essere usata per la venerazione  dei fedeli  in occasione delle festivita’ del Santo.

 

 

Msc DitteLo scorso 24 Febbraio, ad Hong Kong, ho incontrato Luca Ferrerio, sono trascorsi un bel po di anni dall’ultima volta che ci siamo visti. Luca Ferrerio  è un laico impegnato come secondo  cappellano nell’Apostolato del Mare, un organismo cristiano  che opera a livello mondiale e si occupa delle condizioni sociali e lavorative dei  marittimi di tutte le nazionalità, che scalano i porti del mondo, ai quali è fornita anche assistenza.

Tutti i marittimi pensano che sia un prete, quasi tutti lo chiamano “il Prete” ma in realtà Luca Ferrerio, originario di Novi Ligure ed alla soglia dei settant’anni, da giovane  intraprese  la carriera di Ufficiale della Marina Mercantile fino al grado di Capitano di Lungo Corso per poi stabilirsi a Melbourne in Australia dove assunse in il comando e la responsabilità di tutti i rimorchiatori di quel porto. Ferreiro da cattolico praticante, frequenta anche l’associazione dell’Apostolato del Mare, divenendone rappresentante. Il lavoro al porto di Melbourne però lo stressava e durante uno dei tanti incontri dell’associazione ad Hong Kong, conobbe il cappellano della missione di cui divenne collaboratore e si trasferirsi ad Hong Kong.

Fino a poco tempo fa’, visitava decine di navi al giorno,  incontrando centinaia di marittimi di tutte le nazionalità, offrendo la sua esperienza a chi gli chiedeva un consiglio, dando  soccorso a chi domandava aiuto: insomma, un punto di riferimento, per molti.  Da qualche anno, a causa dell’età, visita le navi saltuariamente ma sempre con la medesima passione. 

Msc DitteNel  2006, Luca mi presentò don Giorgio Pasini, missionario del  PIME e neo parroco della Parrocchia di Hong Kong, dedicata a Sant’Andrea Apostolo ed inaugurata il 19 Novembre del 2006 alla presenza del Cardinale Zen, Arcivescovo di Hong Kong. Don Giorgio Pasini, mi raccontava che con i suoi fedeli  si era recato in pellegrinaggio ad Amalfi, per ricevere una sacra reliquia del Santo Protettore, che gli venne consegnata indimenticabile don Andrea Colavolpe. Don Giorgio mi riferì della bella accoglienza ricevuta ad Amalfi da “due Preti”, il secondo di certo sarà stato don Luigi, fratello di don Andrea. 

Verso la fine di novembre del 2006, al comando della Msc Melissa approdai ad Hong Kong  e con l’aiuto di Luca, organizzammo un incontro a bordo con don Giorgio Pasini, che con entusiasmo accettò l’invito. In quell’incontro mi furono  consegnati due opuscoli, in lingua cinese ed inglese, relativi alla celebrazione di inaugurazione della  Chiesa  nuova dedicata a Sant’Andrea, e uno dei due opuscoli lo consegnai alla buonanima di don Andrea Colavope allora parroco di Amalfi.

Con Luca abbiamo riflettuto che nella vita occorre fermarsi un po’, per capire chi siamo e quali sono i nostri obiettivi e deciso che alla prossima occasione organizzeremo un altro incontro con don Giorgio, che intanto è stato nominato Padre superiore del PIME dell’area di Hong Kong. In questo scambio di idee e di riflessione è balenato il pensiero che magari sia necessario andare indietro di qualche generazione, quando i ritmi della vita non erano così esasperati, quando i valori etici e le relazioni umane erano privilegiate. Il tempo però è sempre tiranno, poche ore insieme ed è già tempo di  ripartire, ci siamo abbracciati  e salutati con affetto.

Msc DitteDopo una breve sosta al porto di Yantian – uno dei tanti quartieri della città di Shenzen – abbiamo ripreso la navigazione per Tianjin, città situata nel Nord della Cina, non molto distante da Pechino.  Navigazione verso Nord Nord Ovest, prima nello stretto di Taiwan e poi nel Mar Giallo. Il Monsone di Nord Est  si è fatto sentire con vento costantemente oltre i 25 nodi – (forza 6)  con onde mediamente alte tre metri, non  eccessivamente fastidiose per la nostra nave.

Appena superato il Tropico del Cancro, la temperatura si è abbassata repentinamente, fino a raggiungere, durante la notte, valori sotto zero. L’equipaggio, in una settimana ha subito un’escursione termica di oltre 30 gradi, dal tepore dell’aria condizionata al riscaldamento, per un disagio, evidente.

A Tianjin, abbiamo svolto regolari operazioni di carico e scarico delle merci, con una sosta di un giorno e poche ore. Alla partenza,  nel Mar Giallo ci siamo imbattuti in nebbia fitta, un grave disagio al traffico marittimo, in particolare alle navi di grosse dimensioni come la nostra. Si naviga con tutte le precauzioni possibili, l’ausilio delle strumentazioni elettroniche; l’esperienza maturata nel corso degli anni e con tanto buon senso. Il pericolo è sempre in agguato. Navi piccole o battelli in legno non sempre sono visibili ai radar, a volte vengono “intercettati” quando sono vicinissimi  e quindi difficili da evitare.

Msc DitteIn questi casi si posiziona una vedetta all’esterno, col compito di percepire eventuali  sirene o rumori provenienti da altre imbarcazioni; azioniamo la sirena della nave, in modo da emettere un fischio lungo ogni due minuti, (come da regolamento internazionale), per prevenire gli abbordi in mare; chiusura di tutte le porte stagne, macchina principale pronta alla manovra; guardia rinforzata sul ponte di comando con timoniere pronto ad eseguire gli ordini di manovra.

Inutile dire che, in questi casi, lo stress sale alle stelle, da queste e da altre situazioni comprendi che il lavoro di marittimo è affascinante, ma in certi casi sregolato e particolare; di certo non routinario come altri lavori, nonostante in molti (non del settore) abbiano un’altra idea della vita di bordo. 

Fortunatamente, la nebbia è durata, relativamente poco, una dozzina di ore in tutto. Il vento freddo da Nord Nord Est, in pochissimo tempo ha pulito cielo e mare dalla nebbia, verso le tre della notte, finalmente, ritorniamo alla navigazione normale con il sollievo di tutti.

Msc DitteNel corso del mese di Marzo, sono stato raggiunto più volte da notizie luttuose provenienti da Amalfi, essendo deceduti uomini, protagonisti degli ultimi quarant’anni della nostra storia, politico-sociale. Persone perbene e molto conosciute. In questi casi soffro molto la lontananza dalla mia comunità di appartenenza. Osservando i gabbiani che volteggiano sopra di noi, verso l’alto e con leggerezza, mi viene da pensare ai nostri defunti recenti che viaggiano verso l’Alto e con leggerezza. verso il Cielo.

Oggi pomeriggio, entreremo nello stretto di Singapore per poi scalare il porto Malese di Tanjung Pelepas, intanto la temperatura esterna è risalita a 30 gradi centigradi.

La navigazione continua…

Letto 17887 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 7,50 su 5)
Loading...
Avatar

Info redazione