Il profumo della Pace

di - del 15 Gennaio 2016 © diritti riservati

Giornata-Diocesana-della-Pace-2016La nostra Chiesa Locale di Amalfi – Cava de’ Tirreni, all’indomani della celebrazione della Giornata Mondiale della Pace del 1° Gennaio 2016, si appresta a vivere la Giornata Diocesana della Pace, in Cava de’ Tirreni, il prossimo sabato 30 gennaio.

Nello spirito del Giubileo della Misericordia, ciascuno è chiamato a riconoscere come l’indifferenza si manifesta nella propria vita e ad adottare un impegno concreto per contribuire a migliorare la realtà in cui vive, a partire dalla propria famiglia, dal vicinato o dall’ambiente di lavoro. Anche gli Stati sono chiamati a gesti concreti, ad atti di coraggio nei confronti delle persone più fragili delle loro società, come i prigionieri, i migranti, i disoccupati e i malati.

La pace è dono di Dio, ma affidato a tutti gli uomini e a tutte le donne, che sono chiamati a realizzarlo, tutti, a nome dell’Arcivescovo, siete invitati a presenziare questo momento forte della Chiesa di Amalfi – Cava de’ Tirreni, in comunione con la Chiesa Universale e chiedendoti di fartene portavoce presso amici e conoscenti.


MARCIA DELLA PACE PROFUMATA

Raduno: ore 17,30 Piazza San Francesco
Partenza: ore 18,00

Percorso: Piazza San Francesco, Corso Umberto, via Garzia,
via Filangieri,Chiesa di Sant’Alfonso.

I partecipanti alla marcia porteranno con sé un profumo. Ripeteranno tra loro il gesto della donna,
profumandosi a vicenda. Lungo il percorso,a turno si staccheranno dal corteo e andranno a
condividere il gesto con le persone eh guardano e che passeggiano. Daranno loro un volantino
esplicativo del perché di questo segno.
Chiesa di Sant’Alfonso, ore 19 circa:
– Saluti di Don Angelo Mansi,Vicario Episcopale per la Pastorale;
– Testimonianza di una famiglia e del migrante accolto nella sua casa;
– Presentazione del Progetto Rete di famiglie per la Gioia,la Pace e la Giustizia da parte di Antonio
Armenante, coordinatore del Punto Pace Pax Christi di Cava de’ Tirreni;
– Preghiera danzata “Un’ala di riserva” di don Tonino Bello, a cura di Anna Chiara Di Donato;
– Conclusioni di Mons.Orazio Soricelli, Arcivescovo Amalfi – Cava de’ Tirreni

Profumo di giornata
Nel corso della giornata le famiglie e le parrocchie sono invitate: ad esporre davanti alle case ed alle chiese un cartello con il tema scelto dal Papa e sopra riportato;
a ripetere, con le persone che incontreranno o bussando alle porte dei vicini, il gesto che la donna fece a Gesù,bagnando il capo dell’altro con una goccia di profumo e spiegando il gesto.

Il profumo come segno per vincere l’indifferenza
Il profumo diffonde il suo odore aiutandoti a combattere l’indifferenza con la gentilezza, il perdono e l’amore e facendoci sentire anche nostre le ingiustizie e le violenze che tolgono il profumo di ogni giorno: la negazione dei diritti umani, la povertà, la follia della guerra, la corsa agli armamenti, il cinismo di un sistema economico senza volti che uccide e distrugge il creato.

Ricordando questo segno, ogni giorno regalati e regala anche tu una goccia di profumo!

 

 

Letto 2197 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *