Abbracciami che è gratis

di - del 21 Maggio 2014 © diritti riservati

Beh il titolo è la traduzione dall’inglese “Free Hugs” e si riferisce ad una campagna sociale nata a Sidney nel 2004 e di poi diffusasi in tutto il mondo.
Stando ai promotori l’iniziativa e la filosofia di Juan Mann ha lo scopo di offrire un atto di gentilezza casuale quanto disinteressata, ed anche un modo per  portare gioia all’altro.

Nelle varie città del mondo la giornata internazionale dell’abbraccio libero, è per il primo sabato dopo il 30 giugno, certo non manca chi nei fine settimana, nelle città d’Italia ne distribuisce  a Roma, Napoli come a Milano, le località in cui non è difficile imbattersi di fronte al cartello “Free Hugs” e “Abbracci Gratis“.

La campagna ebbe un’impennata e diffusione dell’iniziativa nel 2006, dopo la pubblicazione su YouTube del video di Juan Mann, che in otto anni è stato visto da oltre 75 milioni di utenti.

Eppure mi è capitato di osservare l’atteggiamento di persone che di fronte ad un gesto semplice quale un abbraccio, tentennano, talora sospettosi di chissà quale piano si stia ordendo quale nuova tecnica di scippo, tanto che in specie le donne ritraggono la borsetta in un lampo.

Neppure i giovanissimi riescono a comprendere il senso, ed è piuttosto inteso come un gesto da folli.

Ma quanto potrà mai essere pericoloso un abbraccio?
Quanto il cuore dell’uomo vinto dai dubbi e dal non fidarsi più dell’altro dovrà ancora penare per riportare un po più di serenità interiore, che un abbraccio sa dare?

Se camminando per il centro di una città o di un qualsiasi posto del mondo e dovesse capitarvi chi con un cartello, con scritto “Abbracci gratis”, vi cammina a fianco, non sottraetevi all’idea di regalarvi e regalare un abbraccio disinteressato, lasciatevi contagiare dalla gioia di chi vuole donarvi un po di spensieratezza, soprattutto se vince sulla diffidenza del cuore, e l’abitudine di questo tempo di separazioni sociali e mancanza di contatti umani.

E se proprio un “abbraccio gratis” dato nello spirito della campagna “Free Hugs” non vi convince, sperimentatelo con gli amici o le persone cui volete del bene.

Letto 5179 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info Francesco Dipino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *