1 Star (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Chiesa di S. Maria del Pino in via Maestra dei Villaggi

Amalfi ChieseChiesa della Madonna del Carmine (Via Maestra dei Villaggi). Secondo un’antica tradizione popolare, tuttora viva fra gli abitanti del luogo, molto tempo fa la chiesa fu completamente distrutta da un’alluvione. Il giorno dopo, però, la statua della Madonna fu miracolosamente ritrovata in un pino.

Da allora sia la chiesetta che la località sono dette anche di S. Maria del Pino. In realtà tale denominazione sembra essere derivata dalla nobile famiglia de Lupino che la fondò nel corso del XIV secolo.

La piccola chiesa presenta una facciata con finestrone circolare sormontato da un frontone triangolare aggettante con dentellature di tipo neoclassico. Sulla destra si erge un singolare campanile realizzato su di un’arcata che fa da cavalcavia alla strada pedonale.
La cella campanaria ha un tamburo con archi intrecciati, tra i quali si aprono monofore, ed è sormontata da una piccola cupola.

Amalfì Chiese

L’interno è costituito da un unico ambiente coperto da due volte a crociera decorate con fregi e rosoni floreali in stucco. Lungo le pareti laterali si notano due nicchie a muro con le statue raffiguranti S. Giuseppe Moscati e San Cristoforo.

Una piccola balaustra in marmo, datata al 1909, separa l’unica navata dal piccolo presbiterio che presenta una particolare copertura a cupola di forma ovale, con decorazioni in stucco.

L’altare, formato da un complesso in marmi policromi risalente al 1895, è sormontato da una tela raffigurante la Madonna del Carmine con il Bambino, inserita in una struttura decorativa in stucco dipinta in finto marmo.

La piccola chiesa, illuminata da lunette ricavate lungo la parete sinistra, presenta nell’insieme una veste decorativa di tipo ottocentesco.

Amalfi Chiese

statua della Madonna del Carmine

La prodigiosa Statua della Madonna del Carmine, per la quale i fedeli nutrono una profonda devozione, è di scuola napoletana e risale al XVIII secolo. Molto sentita è anche la memoria di S. Cristoforo Martire, protettore degli automobilisti, e quella del Santo Medico Giuseppe Moscati, di cui si conserva una reliquia “ex indumentis” ed una statua lignea realizzata ad Ortisei.

Con decreto arcivescovile di Mons. Beniamino De Palma del 1° novembre 1997, a decorrere dal giorno 30 dello stesso mese, per assicurare un servizio pastorale territorialmente meglio distribuito, la zona del Pino è stata unita alla vicina Parrocchia di S. Andrea Apostolo di Amalfi. Fino alla data di modifica dei confini, la chiesetta era una succursale della Parrocchia di S. Maria Assunta di Pastena.

Feste liturgiche:

– 16 luglio: Solennità della Madonna del Carmine, preceduta dalla Novena.

– 25 luglio: Memoria di S. Cristoforo Martire.

– 16 novembre: Memoria di S. Giuseppe Moscati, preceduta dal Triduo.

– Mercoledì in Albis: Patrocinio di S. Maria del Pino ed inizio dei “Mercoledì del Carmine”, una pia pratica devozionale che termina l’ultima settimana di luglio.

 

(testi del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, con le annotazioni liturgiche di Enzo Cretella – diritti riservati)

 

 

Print Friendly