Le mille virtù dell’aceto

di - del 31 Agosto 2014 © diritti riservati

benessere e estetica

Prodotto dal vino bianco o rosso, trova il suo uso più comune in cucina, ma il fatto di essere un acido relativamente debole lo rende utile in molte situazioni con risultati a dir poc o e ccezionali.

Partendo dall’uso alimentare, aggiunto all’acqua, evita che le uova si rompino durante la bollitura; oppure corregge il sapore di un sugo di pomodoro troppo dolce; inoltre rende più teneri e compatti i pesci e le carni oltre a marinare gli stessi.

Un altro esempio è: un canovaccio imbevuto di aceto che avvolge il formaggio, impedisce che ammuffisca, impedendo la proliferazione dei germi. Per la stessa ragione, due cucchiai di aceto uniti all’acqua del primo lavaggio , aiutano a liberare le insalate e le verdure dagli insetti. E ancora, quando le patate sono in cottura, aggiungete un cucchiaio di aceto bianco nell’acqua, le manterrà bianche e soprattutto le renderà ancora più saporite.

L’aceto è anche un ottimo dissetante, infatti nell’Antica Grecia erano soliti combattere la sete con una bevanda a base di aceto, acqua e miele.

Niente di più sano … Gli zuccheri del miele infatti tonificano mentre l’aceto esercita un’azione disinfettante.

benessere e esteticaPer la Pulizia: avete contenitori di plastica per alimenti e volete eliminare gli odori di cibo? Lasciate un pezzo di pane imbevuto nell’aceto nel contenitore per una notte intera e l’odore praticamente non c’è più. Oppure capita che sbucciando una cipolla, l’essenza odorosa rimanga sulle mani; lavatevi le mani con l’aceto, lo stesso funzionerà se sulle mani rimangono macchie scure da ortaggi.

E per il benessere: quattro cucchiai di aceto diluiti in n litro d’acqua sono un’ottima lavanda intima che impedisce la proliferazione di funghi e batteri.

L’aceto è anche il migliore antidoto contro la sostanza urticante delle meduse, o se si viene punti da un’ape. Subito passare sulla zona del cotone imbevuto di aceto. Stessa cosa in caso di scottature da raggi solari. Il sollievo è immediato se vi si passa un batuffolo imbevuto sulle zone interessate.

Per il mal di gola, mescolare un cucchiaio di aceto e uno di miele e berlo. In caso di raffreddore, invece, aggiungere l’aceto nel vaporizzatore e respirare a pieni polmoni. Fare un ultimo risciacquo dopo lo shampoo con aceto di mele per chi ha problemi di forfora.

Infine è un toccasana anche per i classici brufoletti. Basta preparare una crema a base di farina, aceto e miele e applicarla la sera prima di andare a dormire. Il mattino seguente lavare il viso con acqua tiepida eliminando eventuali residui.

 

 

Letto 4308 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Caterina Camera

Info Caterina Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *