“Convertiti e credi al Vangelo!”

di - del 10 Febbraio 2016 © diritti riservati

Mercoledi-delle-Ceneri_Convertiti e credi al Vangelo!” con queste parole il parroco di Amalfi, don Michele Fusco, che ha concelebrato con i frati missionari e don Antonio Porpora, ha cosparso la testa dei fedeli con la cenere durante la messa serale svoltasi in Cattedrale ad Amalfi.

Il rito dell’imposizione delle ceneri, pur celebrato dopo l’omelia, sostituisce l’atto penitenziale della messa, esprime meglio l’aspetto positivo della Quaresima.

L’origine del Mercoledì delle ceneri è da ricercare nell’antica prassi penitenziale. Originariamente il sacramento della penitenza non era celebrato secondo le modalità attuali. Il liturgista Pelagio Visentin sottolinea che l’evoluzione della disciplina penitenziale è triplice: “da una celebrazione pubblica ad una celebrazione privata; da una riconciliazione con la Chiesa, concessa una sola volta, ad una celebrazione frequente del sacramento, intesa come aiuto-rimedio nella vita del penitente; da una espiazione, previa all’assoluzione, prolungata e rigorosa, ad una soddisfazione, successiva all’assoluzione“.

Intanto continua l’appuntamento con la Missione popolare parrocchiale di Amalfi, domani giornata dedicata alla Adorazione Eucaristica nelle  chiese delle varie zone pastorali di Amalfi, secondo il seguente programma:

ore 9.00 Celebrazione Eucaristica ed esposizione Eucaristica in Cattedrale (conclusione ore 12,30)

ore 10.00/12.30 Visite alle famiglie e benedizioniZone: S. Anna, S. Lorenzo, Madonna del Pino, S. Basilio

ore 16,00 Liturgia Eucaristica e unzione degli infermi

ore 18.00 Adorazione Eucaristica (nelle diverse chiese delle dieci zone pastorali: Madonna del Pino, Porto Salvo, Sant’Antonio, Chiesa Nuova, Santa Lucia, San Lorenzo, Madonna del Rosario, San Basilio, Santissima Trinità, San Giuseppe)

Letto 3341 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 7,50 su 5)
Loading...
Avatar

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *