Caritas e sbarchi immigrati a Salerno: ecco cosa serve

di - del 6 Settembre 2014 © diritti riservati

immigratiDi ritorno dal quinto sbarco di immigrati nel porto di Salerno, la Caritas diocesana con il Delegato Regionale Caritas, don Vincenzo Federico hanno concordato che, in vista dei prossimi sbarchi previsti per il mese di settembre, sarà raccolto quanto segue:

– pannolini di tutte le misure per bambini,

– omogeneizzati (sia frutta che carne/pesce),

– biancheria intima nuova per bambini di qualsiasi taglia,

– indumenti nuovi per bambini,

– indumenti nuovi per donna e uomo.

Infatti alcuni singoli e comunità parrocchiali della nostra diocesi hanno dato la loro disponibilità a condividere i bisogni materiali di queste persone, in particolar modo dei bambini.

Nel corso del quinto sbarco, erano 73 i minori non accompagnati da genitori che la diocesi di Teggiano ha accolto presso le sue strutture.
Raccogliere questi beni è un modo per essere presenti attraverso piccoli gesti di solidarietà e di affetto verso coloro che vivono condizioni di estremo disagio e che approderanno sulle nostre coste a breve.

Chiunque desideri aderire alla raccolta può consegnare i propri esclusivamente presso la sede della Caritas diocesana in piazza Vittorio Emanuele II, 17 a Cava de’ Tirreni il lunedì mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il giovedì dalle 16 alle 18.30.

(tel. 089 29 65 008, email:caritasamalficava@libero.it).

Letto 3693 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *