Amalfi, i Cavalieri del Toson d’Oro festeggiano Sant’Andrea

di - del 10 Dicembre 2014 © diritti riservati

Carlo d'Asburgo Lorena La festa di S. Andrea del 30 novembre quest’anno ha visto la partecipazione alla funzione della Manna e al pontificale di un nutrito numero di cavalieri dell’Ordine del Toson d’Oro con il Gran Maestro arciduca Carlo D’Asburgo Lorena.

L’Ordine fu istituito nel 1431 a Bruges da Filippo il Buono duca di Borgogna con il compito di difendere la religione cattolica.

Carlo V d’Asburgo nel XVI secolo ereditò la Borgogna e da allora i regnanti austriaci ne sono sempre stati Gran Maestri rendendolo con il proprio prestigio l’ordine cavalleresco più importante. Quando gli Asburgo si divisero i troni di Spagna e Austria si costituì anche l’Ordine spagnolo del Toson d’Oro sebbene quello austriaco sia il più antico.

La decorazione è un mantello (tosone, dal francese toison) di ariete d’oro a ricordo del vello d’oro della mitologia.

Toson d'oro

Il Toson d’oro

Patrono dell’Ordine è S. Andrea. Curiosamente Il busto d’argento del Santo quando è portato in processione reca proprio un collare dell’Ordine, forse quello spagnolo, donato dal arcivescovo Pietro Agostino Scorza nel Settecento.

A seguito del crollo della monarchia austriaca nella prima guerra mondiale la sovranità dell’Ordine è rimasta al capo della casata degli Asburgo d’Austria. Dopo l’ultimo imperatore Carlo I passò a suo figlio Ottone, e poi al figlio di questi arciduca Carlo d’Asburgo-Lorena attuale erede al trono.

Sono nominati cavalieri solo discendenti di case reali e i maggiori nobili d’ Europa. E’ membro di diritto il Gran Maestro dell’Ordine di Malta. L’attuale, fra Matthew Festing, al pontificale era in prima fila accanto a Carlo d’Asburgo. (nella foto è il primo a sinistra).

Alle celebrazioni erano presenti tra gli altri i principi Prospero Colonna e Mariano Hugo Windisch Graetz.

Il principe Prospero Colonna è l’unico cavaliere italiano dell’Ordine, proprietario di quello scrigno d’arte che è Palazzo Colonna di Roma con la magnifica Galleria barocca. Tra i suoi antenati annovera papa Martino V e  più di venti cardinali.

il principe Mariano Hugo Windisch Graetz è sposato con l’arciduchessa Sofia d’Asburgo, nipote dell’Imperatore Carlo I.

 

Letto 6366 volte

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (vota, clicca sulle stelline)
Loading...
Avatar

Info Antonio Amatruda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *